Dossier Pedagogico

Dossier Pedagogico : Othello
Il file pedagogico accompagna l'ebook. È destinato a insegnanti, formatori, operatori culturali e logopedisti. Ha lo scopo di facilitare la progettazione di laboratori per scoprire il libro digitale Otello. Destinatari del workshop: da B1/B2 lingua scritta e parlata.

Tavola dei contenuti

Introduzione

Otello è una delle cinque tragedie più conosciute e ampiamente studiate di Shakespeare. Si tratta di una tragedia, probabilmente scritta nel 1603, ambientata tra Venezia e Cipro. La storia ruota attorno a un personaggio principale, Otello, un ufficiale dell’esercito di Venezia. Nell’opera, i temi principali riflettono i valori e le motivazioni dei personaggi, tra cui l’amore, la gelosia, il pregiudizio e la verità.

Otello è una tragedia che incarna alcune caratteristiche e valori tipici del Rinascimento e dello spirito rinascimentale. Otello mostra come il linguaggio e le storie creino la realtà e rivelino sia la lealtà eroica che la volontà di vendetta. Questo gioco ci sfida a renderci conto di quanto sia facile e dannoso categorizzare o dividere le persone in base alla loro razza e identità. Lo spettacolo, inoltre, offre una panoramica degli atteggiamenti e dei valori attraverso la rappresentazione della razza e del genere. Questi atteggiamenti e valori sono indicativi di aspetti socio-politici e culturali.

L’autore : William Shakespeare

William Shakespeare è stato un poeta, drammaturgo e attore inglese spesso designato come il poeta nazionale inglese. È ampiamente considerato il più grande drammaturgo di tutti i tempi e, oltre a essere considerato il poeta nazionale inglese, è il ‘Bardo di Avon’. Nacque il 23 aprile 1564 e crebbe a Stratford-upon-Avon. Quando aveva 18 anni, sposò Anne Hathaway, con la quale ebbe tre figli, Susanna, e i gemelli Hamnet e Judith.

Complessivamente le opere di Shakespeare includono 38 opere teatrali, 2 poesie narrative, 154 sonetti e una varietà di altre poesie.

e socio di una compagnia di gioco chiamata Lord Chamberlain’s Men, in seguito conosciuta come King’s Men. Durante la sua permanenza a Londra, furono pubblicate le prime opere a stampa di Shakespeare. Erano due lunghi poemi, ‘Venere e Adone’ (1593) e ‘Il Ratto di Lucrezia’ (1594). Divenne anche membro fondatore di The Lord Chamberlain’s Men, una compagnia di attori. Shakespeare è stato il drammaturgo di ruolo della compagnia, producendo in media di due opere teatrali all’anno, per quasi vent’anni. All’età di 49 anni (1613), sembra essersi ritirato a Stratford, dove morì tre anni dopo. Pochi documenti della vita privata di Shakespeare sopravvivono. Pertanto, ciò stimolò considerevoli speculazioni sul suo aspetto fisico e sulle sue credenze religiose, e se le opere a lui attribuite fossero state scritte da altri. Gli studiosi generalmente si riferiscono a questi anni come “Gli anni perduti”.

La lingua in cui Shakespeare scriveva è indicata come “Early Modern English”, un periodo linguistico che durò approssimativamente dal 1500 al 1750. La lingua parlata durante questo periodo è spesso indicata come “inglese elisabettiano” o “inglese shakespeariano”. Shakespeare, inoltre, inventò e usò nelle sue opere 15 nuove espressioni, come “dagli occhi verdi” ne “Il mercante di Venezia”, per descrivere lo stato di gelosia, e “dare gomitate” nell’opera “Re Lear”, usato quindi come verbo. L’eredità di Shakespeare è ricca e diversa come il suo lavoro e le sue opere teatrali hanno creato numerosi adattamenti e influenze in più generi e culture in tutto il mondo. Le più famose tra le sue tragedie sono Amleto, Otello, Re Lear, Macbeth, Romeo e Giulietta, Il mercante di Venezia e La dodicesima notte.

L’opera letteraria: Otello

Il genere letterario

Otello è una tragedia in quanto racconta la storia di un eroe educato che commette un tragico errore a causa del suo giudizio sbagliato. Questo errore porta a una fine devastante in quanto la maggior parte dei personaggi finisce morta o ferita. Otello si differenzia dalle altre tragedie di Shakespeare perché sembra una commedia originale, ma in realtà è una tragedia.

Otello può essere descritto come una tragedia domestica, in quanto usa la tragedia del matrimonio. L’autore usa questo personaggio per presentare il cambiamento di Otello da militare a eroe tragico, mentre uccide sua moglie. L’eroe, Otello, e Desdemona hanno un amore appassionato che è contrario alle regole stabilite dal padre di Desdemona. Questa tragedia è, inoltre, legata alle idee del matrimonio riguardo alla classe sociale e allo status, alla razza e alla conformità delle donne. Alcuni dei punti principali delle tragedie di Shakespeare sono un eroe tragico, una dicotomia tra bene e male, il tragico difetto dell’eroe, il sentimento dell’avidità e la vendetta.

La sua dimensione europea e anche internazionale (ispirazione, tendenza letteraria, posterità)

Otello, il Moro di Venezia è una tragedia di William Shakespeare e proviene dall’Hecatommithi, una raccolta di racconti, pubblicata da Giraldi Cinthio nel 1565. La storia di Otello è basata sul racconto italiano ‘Un Capitano Moro’ di Cinthio, che era stato influenzato dal “Decamerone” di Giovanni Boccaccio, composto tra il 1349 e il 1353. Nonostante Shakespeare sia stato influenzato dal lavoro di Cinthio, ha apportato diversi cambiamenti e modifiche.

Otello è ampiamente considerato come la più grande opera teatrale di Shakespeare e il più vicino a seguire e conformarsi alle regole della tragedia aristotelica. Aristotele distinse sei elementi della tragedia: “trama, personaggi, espressione verbale, pensiero, ornamento visivo e composizione di canzoni”. Tra questi, la trama è la più importante. Secondo Aristotele (384-322 b.C.), la famosa arte drammatica greca, la tragedia è una sorta di imitazione (mimēsis) di un’azione seria, completa e di una certa attraverso la pietà e la paura che effettua la corretta purgazione (catarsi) di queste emozioni. Aristotele determinò che una tragedia ha uno scopo serio e usa l’azione diretta piuttosto che la narrazione per raggiungere i suoi fini.

Inoltre, al centro dell’intrigo di Otello ci sono le orribili concezioni del male nel personaggio di Iago, le cui credenze, motivazioni e la prevalenza della malvagità e del male continuano a perseguitare pubblico e critica. La combinazione di dramma e provocatorie questioni razziali e di genere ha portato Otello ad essere una delle opere più “rumorose” di Shakespeare.

Temi principali/questioni sollevate

Shakespeare ha scritto su questioni che sono ancora rilevanti oggi. Anche se la vita delle persone è cambiata in diversi  aspetti, le persone possono essere collegate e familiari ai problemi di questo gioco. Il razzismo e  le relazioni uomo-donna sono alcuni dei problemi più importanti in Othellο. Otello è un pezzo inestimabile della letteratura rinascimentale, in quanto fornisce informazioni sulle percezioni della razza e della differenza razziale che erano rilevanti per il periodo di tempo.  Shakespeare cerca di dimostrare che la razza è una questione molto importante in questa commedia, e mette in evidenza i problemi razziali che affrontano l’Europa nel 17°  secolo. Indipendentemente da dove l’autore abbia ambientato una delle sue opere, rifletteva ciò che stava accadendo a Londra in quel momento.  Shakespeare, inoltre, ha cercato di presentare  i sistemi esistenti che creano disuguaglianze tra i generi e le razze. In questa commedia, tenta di esporre il pregiudizio razziale esistente a Venezia e in Europa, in generale. Inoltre,  Shakespeare sottolinea di cambiare i sentimenti e i comportamenti europei contro altre razze e persone di colore, in particolare. In questo periodo, non era possibile un matrimonio tra un uomo nero (Otello) e una donna aristocratica bianca (Desdemona), che era contrario al desiderio di suo padre. Sebbene l’autore sapesse che questo matrimonio non poteva essere possibile e vero nel 17°  secolo, mirava a presentare i futuri cambiamenti e modifiche nelle condizioni e negli atteggiamenti sociali europei. Ad esempio, due personaggi di questa commedia, Iago e Roderigo, hanno preso decisioni a causa del loro razzismo. 

Per quanto riguarda gli stereotipi di genere e le gerarchie sociali, lo spettacolo presenta la rappresentazione di genere attraverso il patriarcato e i comportamenti e gli atteggiamenti dei personaggi femminili. Shakespeare non presenta i personaggi maschili e femminili come avrebbero dovuto essere secondo gli stereotipi elisabettiani in quanto ci sono alcuni punti degni di nota che contrastano con la cultura e la politica in Inghilterra in questo periodo.

La galleria dei personaggi

La galleria dei personaggi

Il protagonista principale ed eroe della commedia. Un ufficiale africano dell’esercito di Venezia che ha guadagnato uno status elevato grazie alla sua professione e potenza fisica. È un militare, con una reputazione per il suo coraggio nelle battaglie ed è ampiamente viaggiato ed esperto. Otello si innamorò e sposò Desdemona, facendo sì che Iago si sentisse più geloso e trovasse il modo di distruggerlo. Durante la battaglia con i turchi, si recò a Cipro con sua moglie, Iago, Cassio ed Emilia. Nonostante il suo status elevato, è facile preda di insicurezze a causa della sua età, della sua vita da soldato e della sua razza. A Cipro fu ingannato da Iago facendogli pensare che Desdemona lo imbrogliasse con Cassio. Otello era così geloso, che soffocava sua moglie e quando apprese che questo fatto non era vero, si uccise a causa della sua disperazione e del suo rimorso.

Desdemona

Figlia del senatore veneziano Brabanzio. Desdemona e Otello sono segretamente sposati, e lei mostra amore e lealtà a suo marito, poiché ha il coraggio di opporsi a suo padre e annunciare la sua scelta e insistere su di essa. Accompagna Otello a Cipro nella guerra contro i turchi, dove è stato accusato di infedeltà dal marito. Anche quando è umiliata, non perde la pazienza e si limita a dire la sua innocenza. È determinata a rispondere con dignità alla gelosia di Otello. La stessa notte, implora Otello per la sua vita nella loro stanza, e si rifiuta ancora di ammettere la colpa della zia. Quando Desdemona si rende conto che Otello intende ucciderla, prova disperazione e dolore e sta morendo dichiarando il suo amore per lui.

Iago

Iago è un antico (unlavoronoto anche come alfiere)al servizio di Otello. Era un veterano temprato dalla battaglia di 28 nelle forze di difesa veneziane. Sperava nella promozione, ma Otello gli passò sopra e prova risentimento e mira a vendicarsi di lui. È un maestro manipolatore, riesce a interpretare le persone e a convincerle di ciò che vuole e decide. Così, sfrutta Roderigo come uomo innamorato di Desdemona e lo porta a iniziare la sua ricerca di lei. È anche un brillante improvvisatore, che oppone il suo complotto a Otello e si organizza per distruggerlo. Informò Otello che sua moglie lo tradisce con Cassie che usò un fazzoletto come prova per soddisfare il suo scopo. Iago è un marito violento e razzista. La sua improvvisazione fallisce quando sua moglie, Emilia, rivela la verità e lui cattura. Iago si rifiuta di offrire qualsiasi spiegazione sulle sue azioni e viene mandato a processo.

Cassio

Cassio è un giovane e cortese ufficiale fiorentino dell’esercito veneziano. È stato addestrato accademicamente e ha poca esperienza reale in tempo di guerra. È ingenuo, fluente, affidabile e gli piace bere alcolici. Otello lo sceglie come suo luogotenente nelle forze di difesa veneziane. Veramente devoto a Otello, Cassio viaggiò con lui a Cipro, dove perse il suo posto di tenente dopo un combattimento. Quando Otello morì, fu messo a sostituirlo e fu nominato governatore di Cipro.

Emilia

Emilia è la moglie di Iago e quando Desdemona segue Otello a Cipro, diventa la sua assistente. È saggia e maltrattata da suo marito, Iago. Conosce molto bene Iago ed è sospettosa delle sue azioni e motivazioni. Incolpa i mariti per la maggior parte dei peccati che una donna commette. Quando trova Desdemona uccisa da Otello, si rifiuta di obbedire a Iago e dice la verità. Con questa azione, ignora il rischio di morte e poi, viene uccisa da suo marito.

Roderigo

Roderigo è un giovane nobile di Venezia disperatamente innamorato di Desdemona, che lo respinse.   È giovane, ricco e sciocco, poiché è convinto da Iago che lo aiuta con Desdemona. È completamente sotto gli ordini di Iago in quanto gli permette di gestire i suoi soldi. Tuttavia, non riesce mai a conquistare il cuore di Desdemona. Iago coinvolge Roderigo in un attacco a Cassio, poiché Iago  sottolinea che Cassio è un altro potenziale rivale di Desdemona. Così,  Roderigo paga con la sua vita, poiché viene assassinato da Iago per garantire il suo silenzio.

Brabantio

Brabantio è un vecchio e un senatore di Venezia. È il padre di Desdemona, ed era molto amichevole con le imprese di Otello, ma quando ha informato del suo matrimonio con sua figlia, si arrabbia molto e pensa che la stregoneria sia l’unica spiegazione per questa azione. Accusa Otello di aver stregato sua figlia per convincerla a sposarlo. Fa causa al Duca di Venezia per avere giustizia, ma quando Desdemona ammette di essere pienamente innamorata di Otello e gli chiede la sua approvazione, ammette la sua sconfitta. La sua tristezza e il lutto per sua figlia gli portano a una morte prematura.

Lodovico

È un gentiluomo onesto e onesto e unodei parentidi Brabanzio. Lodovico si recò a Cipro dopo la vittoria di Otello per proclamare il nuovo governatore. Si preoccupa del comportamento di Otello nei confronti di sua moglie, poiché Otello la umilia pubblicamente. Dopo la morte di Desdemona, Lodovico interroga sia Otello che Cassio, al fine di rivelare la verità.

I luoghi

Otello è ambientato sia a Venezia che a Cipro, nella seconda metà del 16°secolo. Presi tra i due luoghi totalmente diversi di Venezia e Cipro, gli eventi della trama forniscono il senso di luoghi di persone e rispettivamente. C’è una grande dicotomia tra queste due sedi per quanto riguarda gli aspetti religiosi, politici, culturali e umani.  

Durante il 1570 e il 1573, Venezia era in guerra con i Turchi,quindi il gioco fa riferimento alla minaccia di un attacco a Cipro. Venezia, fu molto popolare e significativa in questo periodo. Nonostante fosse un importante porto nel Mar Mediterraneo, Venezia era il centro del commercio e delle arti, tra cui letteratura, pittura, architettura, musica. Durante questi secoli del Rinascimento italiano, ci fu un grande cambiamento culturale e un grande successo in Italia e in Europa, in generale. Allo stesso tempo, Venezia era ben nota come città multiculturale, in quanto vi era una grande diversità di etnie e religioni tra i suoi abitanti. Così, Venezia simboleggiava le profondità degli intrighi politici. In generale, Venezia era una città troppo civilizzata, licenziosa e incarnita. 

Cipro è una società estremamente diversa e dissimile ed è un ambiente selvaggio e selvaggio, dove molti militari hanno deciso di usarlo. È l’ultimo limite del territorio cristiano. Cipro, è anche, il luogo in cui è nata Afrodite, la dea dell’amore e della bellezza. Così, quest’isola offre il luogo perfetto per Iago per convincere Otello dell’infedeltà di sua moglie.

Iconografia nell’e-book

Joseph Mallord William Turner RA (23 aprile 1775 – 19 dicembre 1851), conosciuto ai suoi tempi come William Turner, è stato un pittore, incisore e acquerellista romantico inglese. È noto per le sue colorazioni espressive, paesaggi fantasiosi e dipinti marini turbolenti e spesso violenti. Ha lasciato più di 550 dipinti ad olio, 2.000 acquerelli e 30.000 opere su carta. Fu sostenuto dal principale critico d’arte inglese John Ruskin dal 1840, ed è oggi considerato come un’eminenza che rivaleggia con la pittura di storia.

Sir John Gilbert (21 luglio 1817 – 5 ottobre 1897) è stato un artista, illustratore e incisore inglese. Gilbert fu inizialmente apprendista presso una ditta di agenti immobiliari, ma insegnò da solo l’arte copiando le stampe. Non fu in grado di entrare nelle Royal Academy Schools, ma padroneggiò l’acquerello, gli oli e altri media. Dal 1836 espose alla Society of British Artists e alla RA dal 1838. Il mecenate Thomas Sheepshanks e l’artista William Mulready gli suggerirono di imparare l’incisione su legno. A partire da Punch, è passato all’Illustrated London News. Ha disegnato un numero impressionante di incisioni xilografie (oltre 2000) per quella pubblicazione e per The London Journal. Ha anche prodotto moltissime illustrazioni per libri, tra cui quasi tutti i più importanti poeti inglesi (incluso il suo Shakespeare illustrato con quasi 750disegni).

Henry Courtney Selous (Panton Street, Haymarket, Londra 1803; – Beaworthy, Devon, 24 settembre 1890) è stato un pittore, illustratore e litografo inglese. Nel 1818 Selous entrò nelle Royal Academy Schools ed espose anche la sua prima opera, un Ritratto di un gatto preferito (luogo non rintracciato), al

Accademia. Ha presentato ritratti di animali per i successivi tre anni prima di intraprendere la ritrattistica umana. Dipinse pezzi storici per il resto della sua carriera, ad esempio Cassio Ferito (1874, luogo non rintracciato), così come opere come L’apertura della Grande Esposizione (vedi opere, sotto) che registrano eventi contemporanei.

Joseph Kenny Meadows, (novembre 1790 – agosto 1874) meglio conosciuto come Kenny Meadows, è stato un caricaturista e illustratore britannico. È meglio conosciuto per i disegni che ha contribuito a Punche per le sue illustrazioni di scenedelle opere di Shakespeare. Gran parte del suo lavoro è stato disegnato in uno stile bohémien umoristico. Era ben noto per la qualità delle sue illustrazioni, anche se la ricezione critica del suo lavoro era spesso mista.

Progettazione di workshop

FASE 1: INSERIMENTO NELL’EBOOK: UNIVERSO, ATMOSFERA E IPOTESI

Attività: Mix and match

Attività di inserimento nell’e-book

Con questo primo workshop introduttivo, ai tirocinanti viene data l’opportunità di essere introdotti in modo fluido e divertente nelle due aree principali ma anche nell’epoca in cui si svolge il dramma di Otello. Le differenze e le somiglianze tra Venezia e Cipro nel 15 ° secolo compongono un gioco interattivo che crea consapevolezza del tempo, dell’atmosfera e delle condizioni in cui si svolge la storia di William Shakespeare. L’attività può svolgersi sia su un terminale digitale (PC, tablet o anche telefono cellulare), sia in un ambiente reale se le immagini per il mix and match sono stampate su carta.

Forniture
  • Foto e video che rappresentano la Venezia del 15° secolo
  • Foto e video che rappresentano Cipro del 15 ° secolo
Procedimento

Abbina le seguenti foto (o video) con il luogo corretto in cui si sta sviluppando la storia di Otello.

Prima della sessione:

Prima del workshop ci sarà una breve narrazione – un ricordo dell’epoca in cui si svolge il dramma di Otello, le due aree principali, i personaggi principali e la trama, senza enfatizzare i dettagli.

Nel workshop: 

Durante il workshop, ai tirocinanti verranno fornite foto o video selezionati a caso se ci troviamo in un ambiente digitale, da Venezia e Cipro del 15 ° secolo. Dovrebbero classificarli e giudicare se si tratta di Venezia o Cipro.

In questo modo capiranno la differenza di atmosfera e la stagione in cui si svolge il dramma, in modo da essere introdotti in modo interattivo nell’ebook.

Alternativa

Una variante che potrebbe essere utilizzata e abbellita in questo particolare laboratorio sarebbe, insieme alle foto delle due aree in cui si svolge il dramma di Otello, aggiungere immagini dei personaggi principali. Come per le immagini delle aree, i tirocinanti dovrebbero abbinarle alle aree in cui si trovano.

FASE 2: TUFFARSI NELL’EBOOK

Attività 1: Trovare / Comprendere il concetto di metafora 

Attività di preparazione alla comprensione globale

Le metafore sono un tipo potente di linguaggio. Sono gli strumenti che usiamo per esprimere pensieri astratti. Più astratti sono i nostri pensieri, la conversazione e la scrittura, più usiamo metafore Affinché i nostri tirocinanti comprendano e digerisano la letteratura sofisticata, devono avere la capacità di interpretare le metafore abbastanza bene. Una metafora illustra attraverso il confronto. Una metafora è composta da due componenti, un veicolo, la parola o la frase che descrive, e il tenore, l’oggetto che viene descritto. Le metafore creative e vivide di Otello stupiranno i tirocinanti e verranno ad ammirare l’arte di Shakespeare e l’uso della poesia e della metafora.

Forniture
  • Un foglio di lavoro che verrà utilizzato dai gruppi di tirocinanti per completare l’analisi delle metafore di Iago nella prima e nella seconda scena.
Procedimento

Rotazione dei ruoli e gioco teatrale sequenzialmente da parte dei tirocinanti in modo che possano comprendere meglio l’uso delle metafore di Iago.

Prima della sessione:

  • Una breve introduzione e discussione sul personaggio di Iago e le sue capacità retoriche
  • Un’introduzione sulle metafore. I tirocinanti scriveranno il significato su una riga e una connotazione sulla successiva. Introduzione con un semplice esercizio spiegando che una metafora descrive confrontando. Questa semplice definizione introduce gli studenti alle metafore e l’esercizio aumenta la loro abilità nell’interpretare il significato e le connotazioni delle metafore.

Nel workshop: 

Introduzione dei tirocinanti alle prime due scene del progetto.

L’istruttore spiega la trama in generale,legge i dialoghi e poi chiede loro di scrivere le frasi chiave dove sono le metafore. Poi li esorta a suonare e improvvisare, a condizione che usino le stesse frasi / metafore o anche le proprie. Questo è seguito da una discussione e analisi delle metafore con l’istruttore, quindi chiedendo ai tirocinanti di registrare tre dei propri esempi di metafore.

Attività 2: Il discorso a due facce di Iago

Attività di comprensione globale

Un esercizio di recitazione focalizzato sul discorso a due facce di Iago. Il persuasivo e il narratore di verità. Ci sono tre tipi di discorsi persuasivi più spesso usati nell’area delle credenze e degli atteggiamenti. Questi sono discorsi di fatto, di valore e di politica. Puoi discutere su cosa è, cosa dovrebbe essere o come dovrebbe essere. Nel fare uno di questi tipi di discorsi, fai affermazioni specifiche che cerchi di dimostrare al tuo pubblico. Un discorso persuasivo può stimolare il pensiero, convincere, chiamare all’azione, aumentare la considerazione o sviluppare la tolleranza di prospettive alternative.

La verità riguarda i fatti o la realtà. Nel linguaggio quotidiano, la verità è tipicamente attribuita a cose che mirano a rappresentare la realtà o altrimenti corrispondono ad essa, come credenze, proposizioni e frasi dichiarative. La verità è di solito ritenuta l’opposto della falsità.

Forniture
  • Un foglio di lavoro che verrà utilizzato dai tirocinanti per identificare e analizzare con l’aiuto del formatore i punti del discorso a due facce di Iago
Procedimento

Il formatore può successivamente distribuire i rispettivi ruoli ai tirocinanti in modo che tutti ottengano l’esperienza di un discorso persuasivo e di verità.

Prima della sessione:

Agli studenti dovrebbe essere fornita una dispensa dei termini retorico chiave insieme alle loro spiegazioni in modo da essere utilizzate durante la lettura di Otello.

Nel workshop: 

Tre studenti e il resto della classe per lavorare insieme. Si interpreterà “Iago 1” (il persuasivo Iago), in una scena immaginaria in cui cerca di convincere sua moglie, Emilia, a dargli il fazzoletto di Desdemona. L’altro studente suonerà “Iago 2” (il narratore di verità). Il terzo studente interpreterà Emilia, e il resto della classe interpreterà il pubblico più esigente.

Attività 3: Riformulare Iago

Attività di messa a punto

Un saggio di 30′ che afferma ciò che Iago raggiunge o non riesce a raggiungere con il suo uso del linguaggio persuasivo e crea un dialogo o un monologo per Iago con il tuo punto di vista al fine di raggiungere i suoi obiettivi. In un laboratorio che combina la prima e la seconda attività, i tirocinanti saranno in grado di comprendere meglio l’uso delle metafore in un testo letterario e l’uso del discorso bifronte di Iagos. Presenteranno il proprio punto di vista, che sarà poi discusso e analizzato dal formatore.

Forniture

Nessun materiale di scena necessario per questa attività

Procedimento

Discuti perché l’onestà è così importante nell’Otello di Shakespeare.

Nel workshop: 

Quando il saggio è completo, gli studenti creeranno un cerchio e scambieranno saggi in modo casuale. Poi, per quanto riguarda il dialogo riformulato di fronte a loro, giocano di ruolo in gruppi di due che cercano di persuadersi a vicenda per raggiungere i loro obiettivi.

Attività 4: Chi sono?

Attività di messa a punto

Con questa attività i tirocinanti saranno in grado di completare l’esperienza ebook nel miglior modo possibile. In un gioco di ruolo interattivo cercheranno di identificare il loro personaggio attraverso domande chiuse. Attraverso questo processo di interrogatorio, saranno in grado di comprendere tutti gli aspetti dei personaggi del dramma nella loro struttura di base.

Forniture
  • Immagini stampate dei personaggi
Procedimento

L’attività potrebbe essere ripetuta e completata quando tutti i tirocinanti avranno interpretato tutti i personaggi principali.

Prima della sessione:

  • Le immagini stampate dei personaggi

Nel workshop: 

  • Appunta il nome di un diverso personaggio di Otello sulla schiena di ogni partecipante, in modo che non possano vedere chi è.
  • Chiedi ai partecipanti di camminare per la stanza e di porsi domande sull’identità del loro personaggio. Alle domande si può rispondere solo con “SÌ” o “NO”.
  • Quando tutti i partecipanti hanno trovato chi sono, il gioco finisce.

FASE 3: LA FASE CREATIVA

Attività: Sii il designer

Attività per migliorare l’esperienza di lettura

Lasua attività tocca la creatività e l’immaginazione dei tirocinanti. Sulla base delle informazioni che hanno su ciascuno dei personaggi principali del dramma di Otello, viene chiesto loro di creare gli abiti che indosserebbero, secondo i propri criteri, tenendo conto della stagione e delle caratteristiche speciali di ciascuno. Verrà quindi chiesto loro di giustificare le loro scelte per ogni costume del personaggio che disegnano.

Forniture
  • Immagini stampate dei personaggi
  • Matite/ penne di diversi colori
  • Colla
Procedimento

Fornisci una combinazione di colori specifica in ogni carattere di base e spiega perché

Prima della sessione:

L’istruttore utilizzando le domande ricorda ai tirocinanti il background e il profilo di ciascun personaggio, come il loro stato, età, origine.

Nel workshop:

  • Dividere i partecipanti in sottogruppi. Distribuisci a ciascun sottogruppo le illustrazioni dei personaggi principali. Dai loro 2 minuti per guardarli e rispondere a possibili domande.
  • Dai loro 20 minuti per progettare i costumi dei personaggi principali.
  • Presentazione di 10 minuti.
Alternativa

Disegna gelosia: il mostro dagli occhi verdi. L’arte può includere testo e simboli. Scrivi un paragrafo che spieghi la tua immagine. Con questa attività artistica, i tirocinanti avranno l’opportunità di dipingere la propria versione del mostro dagli occhi verdi che è la gelosia. La gelosia è uno dei messaggi principali del dramma di Otello. Quindi ogni tirocinante avrà un po ‘di tempo per spiegare il proprio punto di vista.

I tirocinanti avranno mezz’ora per disegnare su carta la propria versione del mostro dagli occhi verdi della gelosia. Quando avranno finito, avranno qualche minuto per presentare e spiegare il loro punto di vista. Al termine il formatore avrà l’opportunità di discutere il proprio punto di vista.